La Nostra Società La realtà in cui viviamo
Home » Sfoglia » RAPPORTO SUL MERCATO DEL LAVORO 2011 - 2012

Sfoglia

RAPPORTO SUL MERCATO DEL LAVORO 2011 - 2012

RAPPORTO SUL MERCATO DEL LAVORO 2011 - 2012 - La Nostra Società

Il 18 settembre il CNEL ha presentato, presso la sede di Viale Lubin a Roma, il Rapporto sul Mercato del Lavoro 2011 - 2012

Presente anche il Ministro Fornero che ha ribadito i punti cardine della sua riforma. Precisamente: flessibilità in entrata (con una nota sull’importanza dell’ampliamento dei contratti a tempo indeterminato), flessibilità in uscita, ammortizzatori sociali, servizi per il lavoro, monitoraggio e valutazione (fondamentale l’utilizzo di dati e ricercatori qualificati).

Il Ministro ha insistito sull’importanza dell’onestà intellettuale che tutte le parti in causa devono adottare nell’accogliere un cambiamento del mondo del lavoro, rifuggendo i pregiudizi.

I motivi della crisi sono di tipo macroeconomico e l’obiettivo deve essere quello di limitare i danni della recessione.

La disoccupazione sta crescendo ed in particolare cresce la disoccupazione di lungo periodo, sia dei giovani che dei meno giovani.

L’aumento della disoccupazione avviene, peraltro, in concomitanza di un aumento dell’offerta di lavoro. Nei periodi di crisi aumentano, infatti, coloro che cercano lavoro (molte sono donne) che prima non lo cercavano.

Gli equilibri in questa materia sono estremamente delicati perché coinvolgono molte realtà differenti e in conflitto fra loro. Le forze coinvolte devono essere considerate complementari. Non si deve immaginare una politica in tal senso che induca ad una competizione tra forze lavoro. I giovani con gli anziani, gli italiani con gli immigrati, etc.

La riforma del lavoro deve partire da presupposti di inclusione e non di esclusione.

Una sola annotazione da parte della redazione di questo sito. Nel Rapporto, pieno di importanti analisi, manca una riflessione sul tema della corruzione, tema di grande importanza quando si parla di lavoro e soprattutto di sviluppo. C'è un capitolo dedicato al lavoro nero ma non a tutte le implicazioni che nell'ambito lavorativo provocano corruzione e problematiche correlate.

Per i dettagli vedere http://www.cnel.it/19?shadow_comunicati_stampa=3177 e http://www.cnel.it/53?shadow_documenti=22786

28/09/2012 commenti (0)