La Nostra Società La realtà in cui viviamo
Home » Sfoglia » FIGURE PROFESSIONALI CERCASI

Sfoglia

FIGURE PROFESSIONALI CERCASI

FIGURE PROFESSIONALI CERCASI - La Nostra Società
Informazioni utili dalla banca dati EXCELSIOR della Camera di Commercio
Prendendo spunto dall'interessante articolo del Corriere della sera di Dario Di Vico del 24 aprile 2012 http://www.corriere.it/economia/12_aprile_24/treviglio-artigiani-riuniti-per-cambiare-scuola-di-vico_00a1b26a-8dd0-11e1-839c-11a4cf6ed581.shtml       vogliamo riproporre dei dati già presentati
nel paragrafo "I profili professionali richiesti dalle imprese" nel capitolo Innovazione. Confronti internazionali  presentato nel 24° Rapporto Italia dell'Eurispes nel gennaio del 2012.

Nel capitolo si riportavano i dati EXCELSIOR della Camera di Commercio che nel 2011 presentava i numeri sulle assunzioni previste da parte delle aziende e sulle difficoltà nel reperimento di alcune figure professionali.
Nel grafico sono rappresentate le motivazioni addotte dalle aziende relativamente alle difficoltà.
La prima ragione consiste nella mancanza di un'adeguata formazione/preparazione (40,9%).
Si parla molto di disoccupazione in aumento ma non si parla abbastanza della ricerca senza esito da parte delle aziende di alcune figure professionali.

Nel 2011 emergeva un’elevata richiesta di personale delle professioni tecniche nel complesso, di operai specializzati e di personale addetto agli impianti e alle macchine che non riusciva ad essere esaurita.

Le professioni intellettuali e scientifiche, secondo quanto riferito l'anno scorso dalle aziende, erano richieste soprattutto nel settore della chimica e farmaceutica, nell’industria dei mezzi di trasporto, nelle industrie dell’elettronica ottica e medicale, nei servizi dei media e della comunicazione, nell’ambito dei servizi informatici e delle telecomunicazioni, nei servizi avanzati di supporto alle imprese e nei servizi formativi privati.

Nel settore industriale le professioni tecniche erano richieste, con difficoltà di reperimento, praticamente in tutte le attività ma in particolare nell’estrazione dei minerali, nelle industrie chimiche, farmaceutiche e petrolifere, della gomma e delle materie plastiche, nella lavorazione dei minerali non metalliferi, nell’industria della fabbricazione dei macchinari e dei mezzi di trasporto, nelle industrie elettroniche ottiche e medicali, nei lavori di impiantistica tecnica. Anche nelle public utility (energia, gas, acqua, ambiente) le aziende prevedevano di ricercare tecnici esperti. Nel settore dei servizi tale figura è stata richiesta in particolare nel commercio all’ingrosso, nei servizi dei media e della comunicazione, nei servizi informatici e delle telecomunicazioni, nei servizi avanzati di supporto alle imprese, nei servizi finanziari e assicurativi, nell’istruzione e servizi formativi privati, nell’ambito dei servizi sanitari e in genere negli studi professionali.
 

In conclusione, nel 2011 si evinceva un forte bisogno di alcune figure lavorative, in particolare nei settori considerati ad alto potenziale tecnologico e innovativo. La situazione attuale di crisi avrà molto probabilmente ridimensionato tali richieste di personale ma non le avrà sicuramente azzerate.

Vedere Sistema Excelsior, tav. 42.3 e tav. 16 in http://excelsior.unioncamere.net/index.php?option=com_jumi&fileid=3&Itemid=58 

18/05/2012 commenti (0)